Coppa di Francia

Coppa di Francia – PSG e Monaco: che rottura!

I sedicesimi di Coppa di Francia hanno tantissimo da raccontare. In primis la caduta inaspettata del PSG, che imbottito di seconde linee cede al Parco dei Principi al Montpellier e poi le eliminazioni a  di Tolosa, Bordeaux (detentore del torneo) e Marsiglia. Il Monaco passa facilmente a casa Giuly, contro il Chasselay, ma perde Falcao per tutta la stagione.

3517249_paris-battu-zlatan

Il PSG perde l’imbattibilità casalinga dopo 14 mesi

PSG-MONTPELLIER 1-2 [20′ Congré (M), 30′ Cavani (P), 69′ Montano (M)] – Fa male la troppa sicurezza alla squadra di Blanc, che ancora una volta, come successo due anni fa a quella di Ancelotti, è costretta a fare strada al piccolo Montpellier. L’Herault non sarà più il collettivo di talento che vinse incredibilmente la Ligue 1, ma ha comunque tanto orgoglio e l’ha dimostrato al Parco dei Principi, violato per la prima volta dopo 14 mesi.

“Rimpiango la nostra mancanza di efficienza offensiva e difensiva, non si possono subire due goal su calcio da fermo”, ha commentato Blanc nel post gara. Il tecnico ha lasciato fuori Ibrahimovic e fatto spazio a gente come Lucas, Pastore e Menez, ma la sconfitta è più da imputare ai giocatori, poco motivati, che all’allenatore. “E’ comunque una competizione in meno nel calendario”, conclude diplomaticamente Blanc. Il PSG si gioca Ligue 1, Champions e Coppa di Lega (dove è approdato in semifinale). Una rottura in meno, insomma, ma che fa ugualmente rumore vista la grandezza di un club come il PSG.

CONCARNEAU-GUINGAMP 2-3 d.t.s. [64′ Yatabare (G), 83′ Gargam (C), 99′ Gargam (C), 104′ Yatabare (G), 105′ Beauvue (G)] – Rischia il capitombolo, ma alla fine rimedia il Guingamp, che continua l’ottima stagione qualificandosi agli ottavi di Coppa di Francia. Il Concarneau, club di CFA, pareggia nel finale e passa addirittura in vantaggio nei supplementari, ma le due reti nell’arco di 60 secondi di Yatabare e Beauvue valgono la controrimonta finale.

140121_Croix01

Torna a vincere il Lille

CROIX-LILLE 0-3  [17′ Kjaer, 56′ De Melo, 90′ Origi] – Il Lille supera la crisi battendo facilmente il Croix, club di CFA 2. Girard si affida a chi ha giocato meno ed ottiene le risposte volute, per esempio dal brasiliano De Melo, autore del raddoppio, e del giovane Origi. A segno anche l’ex Roma Kjaer, mentre il gioiellino Ryan Mendes ha fallito un calcio di rigore. I Dogues tornano a sorridere dopo tre gare di astinenza.

LENS-BASTIA 2-1 d.t.s. [62′ Khazri (B), 87′ Chavarria (L), 94′ N’Diaye (L)] – Ogni tanto il Lens si ricorda di essere una grande di Francia e batte un colpo. I Sang et Or conquistano l’accesso agli ottavi rimontando il Bastia, passato inizialmente in vantaggio grazie alla rete di Khazri. Il goal a tre minuti di Chavarria fa esplodere il Felix Bollaert e porta la gara ai supplementari, dove a decidere è splendida rete di Deme N’Diaye.

AJACCIO-CAEN 0-2 [63′ Autret, 74′ Fajr] – Doveva essere la “priorità”, invece la Coppa di Francia si è rivelata l’ennesima delusione per l’Ajaccio. L’ex squadra di Ravanelli ha perso in Corsica contro il Caen, bravo a chiudere i conti nella ripresa grazie alle reti di Autret, ex Bordeaux, e Fajr, già a segno nel turno precedente. I Normanni tornano così agli ottavi di Coppa dopo oltre un decennio, mentre i corsi sprofondano sempre più in giù con sole due vittorie nelle ultime 24 partite.

930

Fuochi e fiamme al Velodrome

MARSIGLIA-NIZZA 4-5 [3′ Gignac (M), 5′ Bosetti (N), 18′ Maupay (N), 24′ Thauvin (M), 45′ aut. Diawara (M), 51′ rig. Bruls (N), 58′ Gignac (M), 88′ Abriel (N), 90′ Diawara (M)] – Fuochi pirotecnici al Velodrome, dove Marsiglia e Nizza danno vita ad un derby indimenticabile.  L’impresa la fanno gli aquilotti di Puel, che senza Ospina e Cvitanich si riscoprono cinici e puniscono l’OM senza pietà. Gignac apre subito, ma i due baby Maupay e Bosetti ribaltano il match già nei primi 20 minuti.

Il primo tempo si conclude con uno scoppiettante 2-3 con le reti di Thauvin e l’autogoal di Diawara. Nella ripresa l’OM prova a tornare in partita col solito Gignac dopo il rigore del 2-4 trasformato da Bruls, ma nel finale Abriel riporta a distanza di sicurezza il Nizza. A nulla vale il goal di Diawara in pieno recupero: dopo la Coppa di Lega, il Marsiglia saluta anche la Coppa di Francia.

ANGERS-SOCHAUX 1-0 [70′ Konate] – L’Angers (secondo in Ligue 2) fa le prove generali di Ligue 1 battendo un Sochaux con la testa al campionato sempre fin troppo vulnerabile difensivamente. Il goal di Konate a venti dalla fine basta e avanza ai bianconeri per approdare agli ottavi. Il tecnico dei canarini, Renard, dice di “rimanere comunque positivi”, ma è davvero dura riuscirci.

BOULOGNE-RENNES 0-2 [8′ Konradsen, 90′ Romero] – Segnali di ripresa dal Rennes, che a Boulogne fa valere la propria superiorità tecnica sin da subito. A Konradsen bastano nove minuti per sbloccare la partita, che poi i bretoni controllano agevolmente fino al 90′, quando l’argentino ex Lanus Romero archivia definitivamente la pratica qualificazione.

radamel_falcao_infortunio_getty

Falcao fa crack e rischia il Mondiale

CHASSELAY-MONACO 0-3 [29′ Falcao, 63′ e 72′ Riviere] – A casa dell’ex Giuly, il Monaco conquista agevolmente il passaggio del turno, ma forse avrebbe preferito non giocarla questa partita ed il motivo è presto spiegato. E’ il minuto 40 quando un fallo di Ertek su Falcao, che poco prima aveva sbloccato il match, fa venire i brividi alla schiena di Ranieri e a tutti i tifosi del Monaco. Il Tigre rimane a terra, non riesce ad alzarsi e viene portato fuori in barella, con le mani sul volto.

Il responso medico conferma i sospetti: rottura del crociato per Falcao, stagione finita e addio Mondiale. La doppietta di Riviere, entrato al posto del colombiano, sigilla il match sul 3-0 per i monegaschi, ma a fine gara scoppia la rabbia di Ranieri. “Se Falcao si è fatto male è colpa dell’arbitro, che non ha mai uscito i cartellini al momento giusto, è impossibile giocare così”, sbotta l’ex tecnico della Juve, che alla fine ha liquidato i giornalisti con un secco “au revoir”.  Saluto che dovrà ripetere anche a Falcao…

MOULINS-TOLOSA 2-1 [31′ Ben Basat (T), 46′ e 86′ Da Silva (M)] – Il Tefecè fa troppo poco per avere la meglio di un superbo Moulins, che va sotto per mano di Ben Basat ma rimonta alla grande grazie ad uno scatenato Sebastian Da Silva. Il 22enne attaccante francese trova il pari già nel primo tempo ed a cinque minuti dalla fine segna una storica doppietta che fa volare il Moulins agli ottavi.

SETE-JURA SUD 2-0 [32′ Gelly, 62′ Gensel] – Vittoria secca per il Sete 34 – ex grande di Francia, ottant’anni fa fu il primo club a vincere campionato e coppa di Lega – sul Jura Sud. I padroni di casa, militanti in CFA 2, matano gli ospiti (di una categoria superiore) con un goal per tempo di Gelly e Gensel.

1170340-21445605-640-360

Grande festa per il Monticello, che elimina i campioni in carica

MONTICELLO-BORDEAUX 0-0 (4-3 d.c.r.) – I campioni in carica del Bordeaux escono di scena prematuramente per opera del Monticello Ile de Rousse.  La formazione corsa, militante in CFA2, riesce a portare la gara ai rigori grazie ai miracoli del portiere Menozzi, che chiude la porta in più occasioni a Saivet. Una grossa opportunità la spreca anche il giovanissimo girondino Crivelli, mentre chi non spreca è il Monticello che dagli undici metri si mantiene freddo e fa l’impresa.

CA BASTIA-NIORT 3-2 d.c.r. [35′ Camara (C), 72′ Lafourcade (N), 86′ aut. Oswald (N), 89′ Mba (C)] – Partita divertente ed emozionante in corsica tra il secondo club di Bastia ed il Niort.  I padroni di casa vanno in vantaggio con Camara, ma si fanno rimontare nei venti minuti finali. Sembra fatta per il Niort, ma ad un minuto dalla fine Mba prolunga la gara ai supplementari. Si arriva fino ai rigori, dove la gioia è tutta per i corsi.

AUXERRE-DIJON stasera

ol-yzeure-600x378

L’OL stoppa la favola dell’Yzeure

YZEURE-LIONE 1-3 [75′ M’Baye (Y), 76′ Briand (L), 81′ Gourcuff (L), 86′ Malbranque (L)] – Dopo aver eliminato il Lorient, il piccolissimo Yzeure si illude di far fuori anche il Lione quando ad un quarto d’ora dal termine M’Baye sblocca il match. Ma l’estasi dei tifosi di casa dura appena un minuto: Briand trova subito il pari e una decina di minuti dopo l’OL comanda già per tre reti ad una. Per i dilettanti dell’Yzeure va comunque bene così.

CANNES-PLABENNEC stasera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...