Ligue 1/Report Ligue 1

Report Ligue 1 – Monaco e OM, la Costa (non è) Azzurra

Il secondo weekend di Ligue 1 ci ha regalato la prima vittoria del PSG e l’inedito duo di testaBordeaux-Saint-Etienne. Ma soprattutto ha evidenziato come dalle parti di Montecarlo e Marsiglia, la Costa non si Azzurra, ma profondamente nera.

monaco-et-lom-coulent-pic-bordeaux-leader

Il ‘cambio di colore’ è da attribuire a OM e Monaco. O meglio: a Bielsa e Jardim. Con il ‘Loco’ in panchina i marsigliesi erano tornati a sognare, ma l’obbligo del bel gioco e il 3-3-3-1 imposti in queste prime due giornate hanno fruttato al Marsiglia appena un punto. Prima la clamorosa rimonta subita a Bastia, poi l’ancora più clamorosa sconfitta patita al Velodrome nel ‘Derby del Sud’ contro il bistrattato Montpellier.

L’aria si è fatta già pesante in casa OM: Bielsa ha ricordato ai media che la società non ha ancora speso i 35 milioni promessi sul mercato per il rafforzamento della squadra, inoltre il ‘nuovo Velodrome’  (oltre ad essere troppo capiente) è costato più del previsto. Al mix aggiungete che i giocatori non hanno ancora capito cosa Bielsa vuole da loro in campo e il gioco è fatto. E’ vero però che il Loco ci ha messo 7 giornate prima di vincere la sua prima partita all’Athletic e concludere in maniera trionfale la stagione.  Quindi, forse, occorre aspettare ancora un po’.

Lo stesso discorso non si può certo fare per Jardim. Il tecnico portoghese non ha lo stesso curriculum di Bielsa e lo zero nella casella punti dopo due giornate è un numero che fa spavento se ti chiami Monaco. Il Principe non ha gradito affatto questo avvio di stagione ed aveva già lasciato furioso lo stadio dopo il primo ko col Lorient. Cosa avrà fatto dopo le 4 pere prese a Bordeaux? Non ci è dato saperlo, ma di sicuro sta rimpiangendo il gioco ‘à l’italienne’, basato più sulla concretezza che sullo spettacolo.

In tutto questo a sorridere è il PSG, che alla prima stagionale allo ‘Stade de France’ si sbarazza facilmente del Bastia grazie ai primi squilli di Lucas e Cavani. Sorriso però smorzato dall’infortunio occorso a Ibrahimovic (che ne avrà per un mese) e dalla testata negli spogliatoi di Brandao a Thiago Motta: l’ex Inter ha riportato al frattura del setto nasale, mentre il 34enne attaccante brasiliano rischia una lunga (e giusta squalifica) squalifica.

Le uniche due squadra a punteggio pieno sono il Saint-Etienne del bomber ritrovato Erding e il Bordeuax di Sagnol, che ha dato linfa nuova e personalità alla squadra rilanciando giocatori come Plasil e Rolan.  Il nuovo corso di Montanier sulla panchina del Rennes ha cominciato a dare i suoi frutti contro l’Evian, travolto per 6-2 grazie al killer instinct di Toivonen e al talento cristallino diN’Tep, possibile crack stagionale in Ligue 1.

Il primo goal in campionato di Origi spiana la strada al Lille in casa di un Caen tutto cuore, mentre ilLione conferma a casa di Ben Yedder l’incostanza palesata già nell’arco di tutta la passata stagione. E il Lens? Le ambizioni del magnate azero Mammadov non si sono ancora tramutate dalle parole ai fatti e la sconfitta al ‘Felix Bollaert’ contro il Guingamp lascia i sang et or a quota zero punti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...