Le Francesi in Europa

Ayew all’ultimo respiro, l’OM sogna il remake

L’avevamo anticipato nel pre-match. Ayew poteva essere l’uomo più, e così è stato. La stella ghanese, un acquisto da fare ad occhi chiusi, prende per mano il Marsiglia e quando lo 0-0 sembrava il risultato più ovvio, ecco che spunta la sua testa, all’ultimo secondo, quello giusto, per far esplodere il Velodrome.

Nessuno si aspettava una partita spettacolare. E infatti non lo è stata. Squadre chiuse, tanta fisicità e poca qualità. Deschamps contava infatti sui due uomini di spicco, Valbuena e Ayew, per dare una scossa alla partita. Il primo tempo è soporifero, la ripresa più godibile. L’Inter rinuncia definitivamente al contropiede quando Ranieri mette Obi per Zarate, e allora il Marsiglia prende qualche metro in più. I due peperini dell’OM si mettono in moto. Valbuena inventa, Ayew conclude. Julio Cesar è attento almeno in un paio di occasioni, ma non può far altro che concedere l’angolo quando il talento ghanese con un esterno destro pregevole prova a beffarlo all’ultimo tiro.

Ultimo tiro, appunto, che fa rima con ultimo respiro, scandito da Ayew con il suo colpo di testa decisivo. L’Inter cade, Ranieri vede ancora i mostri con Deschamps, ma c’è ancora la gara di ritorno. Una gara dove probabilmente non basterà neanche l’OM di ieri sera, una gara dove servirà ancora una volta il miglior Ayew. Lui, come Drogba, per firmare il remake.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...