Report Ligue 1

Il Punto sulla Ligue 1- 4-4 fantasmagorico alla Gerland, il Montpellier ringrazia e si prende la vetta. Lille…che occasione persa!

Giornata di grandi emozioni questa 25a di Ligue 1. Soprattutto perchè lì davanti la situazione è cambiata. Carletto, salvato ancora da Hoarau, deve cedere la vetta al piccolo Montpellier che adesso balza a +1 dai parigini e sogna in grande. Dietro il Lille prova ad approfitarne, ma è proprio un ex Psg, Mevlut Erding, a fermare sul più bello e all’ultimo minuto la corsa dei ragazzi di Garcia.

FUOCHI D’ARTIFICIO ALLA GERLAND- Succede di tutto e di più tra Lione e Psg. Ancelotti lancia dall’inizio Hoarau e il numero 9 parigino lo ripaga col goal del vantaggio. Poi si sveglia il Lione. Apre una volè di Gomis e ne chiude un’altra, fantastica di Bastos. In mezzo il goal di Lisandro Lopez che porta i padroni di casa sul 3-1. Negli scampoli di primo tempo Nenè mette dentro il rigore della riscossa, ma Briand sembra chiudere con una zuccata i conti nella ripresa. Sembra, appunto. Perchè al 94′ è ancora Hoarau, come una settimana fa, a rimettere le cose a posto in casa Psg. Stavolta però non basta, a tenersi il primo posto.

MONTPELLIER DA FIABA- Sta appasionando tutta la Francia, e non solo, il testa a testa tra Psg e Montpellier. Ma quello che più affascina è la grandissime e totale differenza tra le due squadre. Richissima, super ambiziosa e forse anche un po’ boriosa una, piccola, sorprendente e incentrata sui giovani l’altra. E il fatto che sia proprio quest’ultima ad essere passata in testa, sa un po’ di fiaba. A prescindere da come finirà il Montpellier sta facendo una stagione fantastica, da raccontare. La vittoria sul Bordeaux in una gara tiratissima e dura, è l’ennesima dimostrazione di concretezza. La testa, in tutti i sensi, la mette Utaka.

LILLE E OM, DELUSE A BRACCETTO- Non ci sono più dubbi: questa non è la stagione del Lille. I campioni di Francia in carica avevano l’occasione di rosicchiare due punti al Psg e sognare in grande. L’espulsione di Apam e il goal di Chedjou dopo due minuti non facevano altro che confermare la tesi. Smontata, tuttavia, a tempo scaduto. Il Lille infatti non chude il match ed il diagonale di Erding al 90′ è la beffa perfetta, l’ennesima occasione sprecata dagli uomini di Garcia. Meglio non sta certo il Marsiglia. I ragazzi di Deschamps incappano nell’ennesima giornata no, non riuscendo a recuperare il vantaggio del terzino Baysse dopo appena 17 minuti di gioco. Il Brest trionfa e sorride, l’OM perde, non segna e vede allontanarsi sempre di più il terzo posto.

RUGGISCE IL TOLOSA, IMPATTA IL SAINT ETIENNE- Ancora una vittoria per i bianco-lilla. La vittima è il malcapitato Sochaux, arrivato al Municipal de Tolouse con la solita pochissima convinzione e uscito sconfitto con un secco 2-0. Testa di Abdennour e perla di Riviere, abile a beffare il portiere Cros con un pallonetto felpato dopo un gentile regalo concesso dalla difesa. Dopo tre vittorie consecutive si ferma invece la corsa del Saint Etienne. All’Abbè Deschamps è onestamente più l’Auxerre, in disperato bisogno di punti, a crederci. Alla fine termina 0-0, risultato più comodo ai Verdi che ai padroni di casa.

PUNTI DI PLATINO PER NIZZA E AJACCIO, CROLLANO NANCY E LORIENT- Boccata d’ossigeno per Nizza e Ajaccio. Le sfide casalinghe rispettivamente contro Caen e Dijon era da non sbagliare. Detto, fatto. In Corsica è ancora una volta Eduardo a trascinare la squadra al successo, mentre in Costa Azzurra ci pensa il talento di casa Mounier a decidere il match. Entrambe comunque si tirano fuori dalle ultime tre. Dove invece ricade il Nancy. La squadra della Lorena è completamente senza identità. Contro l’Evian rimane solo la generosità, vanificata in due minuti dal bomber di casa Berigaud che spedisce il Nancy al terz’ultimo posto in graduatoria. Malissimo anche il Lorient arrivato, al pari del Nancy, alla terza sconfitta consecutiva. Il Valenciennes, squadra tra le più in forma in campionato, risolve la pratica a dieci minuti dal termine e vola a 30 punti nelle zone più tranquille. Stessa cosa non si può dire del team della Bretagna del Sud. Adesso la zona rossa dista solo quattro punti.

Ecco risultati, goal e highlights del 25° turno:

Ajaccio 2 – 1 Dijon
54′ Eduardo (A), 55′ Cavalli (A), 66′ Kumordzi (D)

Auxerre 0 – 0 Saint Etienne

Brest 1 – 0 Marsiglia
17′ Baysse

Evian TG 2 -0 Nancy
30′, 32′ Berigaud

Lione 4 – 4 Psg
21′ Hoarau (P), 34′ Gomis (L), 36′ Lopez (L), 40′ Bastos (L), 45′ + 3 Nenè rig. (P), 57′ Briand (L), 73′ Cearà (P), 94′ Hoarau (P)

Montpellier 1 – 0 Bordeaux
80′ Utaka

Nizza 1 – 0 Caen
50′ Mounier

Rennes 1 – 1 Lille
40′ Chedjou (L), 90′ Erding (R)

Tolosa 2 – 0 Sochaux
10′ Abdennour, 55′ Riviere

Valenciennes 2 – 0 Lorient
78′ Samassa, 81′ Cohade

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...