Presentazione gare

Preview OM – Montpellier, Giroud & Co. per cercare l’allungo in un Velodrome tutto per…loro!

Posticipata ad oggi alle 18.00 per far riposare (inutilmente) il Marsiglia dopo l’impegno di Champions, la partita di stasera al Velodrome offre tanti spunti. Il primo, il più discusso, è che con una vittoria il Montpellier potrebbe allungare di tre punti sul Psg e portarsi al primo posto solitario. Il secondo è se l’OM, uscito sconfitto dal Clasico e praticamente fuori da tutto, si farà letteralmente da parte. Perchè? Semplice. Meglio tutto che lo scudetto al Psg. Meglio perdere l’ennesima partita (quante sono ora?) e concentrarsi a pieno spirito sulla finale di Coppa di Lega contro il Lione, ultimo salvagente stagionale. Ma Didì sarà daccordo?

Deschamps non sa più che fare

‘FORZA MONTPELLIER’- E’ questo il grido comune dei tifosi…dell’OM! Dopo le dieci sconfitte nelle ultime dieci gare i tifosi marsigliesi non ce l’hanno fatta più e farebbero di tutto per non vedere trionfare gli odiati rivali del Psg. Anche tifare contro la loro squadra. La ‘Group South Winners 1987’, il maggior club di tifosi dell’OM, ha scritto una lettera comparsa nel sito ufficiale della società appena due giorni fa. Ecco le sconcertanti parole.

Diamo al Montpellier la migliore chance di diventare campioni e blocchiamo il Psg . I giocatori del Marsiglia rimangano al livello delle ultime prestazioni, estendendo la serie di risultati negativi. Non siano presi da un’improvvisa voglia di segnare e vincere. Non dimentichino le lezione della storia”

Quest’ultima frase si riferisce ad un episodio in particolare. Nel 99′ , infatti, il Psg perse all’ultimo secondo 3-2 col Bordeuax, che così soffio in extremis il titolo al Marsiglia. Oggi, a 13 anni di distanza, l’OM vuole restituire il favore. Un messaggio chiaro, diretto, che ha lasciato di stucco la società. Ed in primis Deschamps, che sembra non voler proprio acconsentire ad una richiesta del genere.

Chi si scorderà mai Lazio-Inter? A Marsiglia si respira la stessa aria

“Per me è impossibile preparare la mia squadra o dire ai miei giocatori di giocare e non vincere, o peggio, dicendo loro di perdere”. ha dischiarato stizzito Didì in conferenza stampa. “Se Montpellier vincerà, sarà perchè avrà meritato”.  Insomma, Deschamps è pronto a rovinare la ‘festa’ ai tifosi dell’OM. Al Velodrome, stasera, si respirerà sicuramente un atmosfera surreale. In stile Lazio-Inter di qualche anno fa, quando i tifosi biancocelesti esposero eloquenti striscioni che sostenevano una vittoria dell’Inter contro la propria squadra. Tutto per non vedere vincere lo scudetto all’odiata Roma.

All'andata fu 1-0, goal di bomber Giroud

L’UOMO PIU’- Senza dubbio Olivier Giroud. All’andata fu il suo goal a fissare il match sull’1-0 finale. Girard si affida ancora a lui per mettere la testa avanti. Contro la fisica difesa del Marsiglia ci vuole uno col suo killer instinct per indirizzare subito il match nei binari giusti.

Sono 18 i goal per lui in qusto campionato. A inizio stagione aveva detto che se il Montpellier non fosse arrivato in Champions, sarebbe quasi sicuramente andato via. Adesso la Champions è praticamente cosa fatta, mentre il campionato passa da partite come quelle di stasera. Alcuni dicono che il risultato è già segnato, ma Giroud sta in guardia.

“Quello che ho letto è incredibile!”, dichiara riferendosi al messaggio dei tifosi marsigliesi sul sito della società. “Ma non credo che l’OM ci lascerà passare, anche perchè hanno ancora una loro etica. E poi vengono da una serie catastrofica di sconfitte. Se il tuo nome è OM, non puoi fare certe cose…”

Sarà, ma effettivamente per Giroud il discorso non cambia. Per lui l’obiettivo è segnare, come ha sempre fatto. Mettere alle spalle di Mandanda il pallone, o i palloni, che possono valere il primo posto. D’altronde, come lui stesso ha dichiarato, la stagione è ancora lunga. Favore o non favore, questa partita è ancora lontana dal decidere la stagione. Ma non ditelo ai tifosi dell’OM…

Assenze pesanti nell'OM

11 IN CAMPO- Assenze importanti per Didì e anche un pò di turnover in vista della finale di Coppa di Lega di settimana prossima. Remy e Azpilicueta non sono stati convocati. Mentre potrebbe partire dalla panchina Andrè Ayew per dare spazio al fratello Jordan. Il modulo potrebbe quindi diventare un 4-4-2. Con Mandanda tra i pali, M’Bia arretrato in difesa con N’Koulou centralmente, Morel e Fanni saranno gli esterni. In mediana ci saranno Cheyrou e Diarra. Sugli esterni J. Ayew e Valbuena. Davanti attacco atipico composto da Brandao e Gignac. Occhio anche a Sabo e Kaborè che potrebbero partire dall’inizio.

Nessuna problema di formazione, invece, per Renè Girard. Che varerà un offensivissimo 4-3-3. In porta c’è Jourdren, davanti a lui il quartetto composto da Yanga-Mbiwa, Hilton, Bedimo e Bocaly. I tre di centrocampo saranno Saihi, Estrada e Belhanda. Con il tridente composto da S. Camara e Utaka a giostrare dietro a Giroud. Non recupera il lungodegente Dernis, ma non è comunque escluso un cambio di formazione. Per  esempio con la partenza di Camara dalla panchina e l’inserimento di un centrocampista con compiti più da interditore. Una cosa è certa. Girard vuole vincere questa partita, ma dovrà stare attento a non scoprirsi troppo.

Il 4-4-2 di Deschamps:

Mandanda
Fanni  N’Koulou  M’Bia  Morel
Valbuena  Cheyrou  Diarra  J. Ayew
Gignac  Brandao

Utaka  Giroud  S. Camara
Belhanda  Saihi  Estrada
Bedimo  Yanga Mbiwa  Hilton  Bocaly

Il 4-3-3 di Girard:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...