Report Ligue 1

Il Punto sulla Ligue 1 – Nella giornata dei passi falsi, spicca lo scatto Champions del Lille

CONIGLIETTO LORIENT- Vi ricordare quando da piccoli cadevate, vi facevate male e i vostri genitori vi dicevano: “Non è niente, solo un coniglietto”? Io personalmente sì e vedendo il Montpellier cadere per lo sgambetto del coniglietto Lorient, non poteva che venirmi in mente questa metafora. Un autogoal di Bedimo ed il raddoppio della stellina Joel Campbell, hanno spianato la strada ad una vittoria di cuore e di ampio respiro. Stavolta non è bastato il ventesimo goal stagionale di Giroud. Dopo tre vittorie consecutive, gli uomini di Girard hanno pagato la troppa energia spesa nelle ultime settimane. E hanno preso un coniglietto. Che fa male, ma non troppo. Anche perchè il Psg…

Venti volte Giroud, ma non basta...

PSG IRRITANTE- Come lo ha definito lo stesso Carletto Ancelotti. “Sono arrabbiato con i miei giocatori. Dobbiamo cambiare presto atteggiamento, perchè abbiamo perso l’ennesima occasione. Non sono affatto soddisfatto delle ultime prestazioni”. Parole chiare e dure, dirette ad una squadra che ha vinto una sola partita delle ultime sei. Il goal di Nenè dopo poco più di 20 minuti aveva fatto sembrare tutto facile. Un primo tempo facilmente controllato, poi, il nulla. Una ripresa giocata malissimo, con un Auxerre duro a morire.

Ancora una volta...

Il palo di Chafni è suonato come un avvertimento. Che Nenè, reo di aver fallito il goal della sicurezza, e compagni non hanno affatto recepito. A cinque dalla fine, infatti, è arrivato il meritato pareggio dell’Auxerre. Squadra a meno sei dalla salvezza, ma che non vuole ancora issare bandiera bianca. Ci pensa il ‘resuscitato dagli inferi’ Le Tallec a trafiggere con un tapin il non perfetto Sirigu. Per la disperazione di Pastore, entrato solo al 73′, e di tutti i parigini che ancora una volta hanno vista sfumare l’occasione di riagganciare in testa il Montpellier. Rosicchiato solo un punto, la vetta rimane a meno due. Ma occhio al Lille a meno cinque, c’è uno scontro diretto all’orizzonte…

Tutto facile per il Lille

RI-SCATTO CHAMPIONS– Si doveva cancellare al più presto la figuraccia di Brest. La sfida casalinga con l’Ajaccio cadeva a pennello per Hazard e soci, che si sono fatti trovare pronti a travolgere per 4-1 i malcapitati corsi. “Questa è una vittoria che può contare”, ha dichiarato Garcia. E può contare sì, visto il disastro del Lione e l’harakiri finale del Psg.

Fuori dal campo, intanto, si aperta un’indagine contro Chedjou, reo di aver detto ‘sporco corso’ al capitano dell’Ajaccio Pierazzi. Sarà vero? Onestamente a noi frega meno di niente. Quello che conta è stato il ritorno al goal di Joe Cole, la firma di Hazard e soprattutto la prima rete in Ligue 1 del belga di chiare origini italiane Gianni Bruno. Suo il goal del 3-0, che gli spalanca le porte verso un ottimo futuro. Un classe ’91 di cui sentiremo sicuramente parlare.

L’Ajaccio, dal canto suo, non si consola di certo col goal di Sammaritano al 93′. Anche perchè dopo una fase di ripresa, i corsi sono di nuovo piombati in una profonda crisi, che li ha riportati al penultimo posto in classifica. Il Lille stavolta non si è fatto ammaliare da chi lotta per la salvezza. E questi tre punti valgono un più sei sul Lione che, a sei giornate dalla fine, potrebbe rappresentare l’allungo decisivo.

Trionfo Toulouse!!

LIONE…CHE BOTTA!- Non sarà stata di certo una settimana da incorniciare per il Lione. Partita sotto mille proclami sabato scorso, prima della finale di Coppa persa col Marsiglia, e finita con le mani sul volto ieri, al Municipal di Tolosa, con tre scoppole sul groppone e tanti fischi. Qualcosa è tornato ad incepparsi. E proprio sul più bello. A Tolosa ci si aspettava il ruggito di un Lione ferito, subito pronto a ributtarsi nella corsa Champions. Ma siamo stati subito smentiti. Da Sirieix, Riviere e Bulut. In rigoroso ordine cronometrico.

"Se continuiamo così...sarà dura"

Ed ha proprio ragione Garde, sarà durissima. Il non gioco espresso dal Lione nelle ultime due partite è preoccupante. Cadere proprio nel momento clou della stagione, è l’errore più grosso in cui il Lione poteva incappare. Adesso la vittoria in Coppa di Francia è obbligatoria. Perchè un altro anno senza titoli e la probabile non qualificazione in Champions, renderebbe la situazione in casa Lione abbastanza intollerabile. Ma oltre i demeriti del Lione, c’è da fare i complimenti ad un grande Tolosa.

Riviere beffa Lloris

Dopo appena 20 minuti la squadra di Casanova era già sul 2 a 0. Sirieix e Riviere avevano aperto le danze di una serata diventata trionfale col terzo goal di Bulut nei minuti finali. Una grande vittoria per i biancolilla. Che mette il punto esclamativo su un’ottima stagione, oltre ogni tipo di aspettative. Come lo stesso Sirieix, MVP della partita, ha dichiarato.

“Abbiamo fatto un ottimo inizio di stagione. Ora dobbiamo finire ancora meglio”. Per lui un goal ed un assist, che hanno portato all’aggancio Lione ed al -6 dal terzo posto. Raggiungerlo, al pari del Lione, ci sembra francamente difficile, ma visto il campionato a cui stiamo assistendo non ci sentiamo di escludere nulla. Per l’Europa League, intanto, i ragazzi di Casanova sono in piena corsa.

Riecco il Rennes

SAINT ETIENNE E RENNES: PRESENTI- Restando sempre in tema di Europa League, non possiamo considerare la ricandidatura di Rennes e Saint Etienne. I bretoni, dopo la delusione di Coppa, sono tornati alla vittoria battendo 3-1 un Nizza stavolta non in vena di miracoli. Per l’undici di Antonetti è la seconda vittoria consecutiva in campionato, che li riporta a meno due dal quarto posto. Il tecnico del Rennes ha ricordato ai suoi che c’erano ancora sei partita per ‘onorare i colori del Rennes’. E la risposta è subito arrivata. Anzi, ne sono arrivate tre. Che portano la firma di Feret, Doumbia e Pitroipa.

Si risveglia il Saint Etienne

Si ferma invece il  Nizza dopo due vittorie consecutive. La squadra di Marsiglia è sempre a meno uno dal baratro e la partita casalinga con l’Auxerre di settimana prossima, sarà decisiva per il proseguio della stagione.

Come dovrà essere decisiva per lo sprint finale la vittoria del Saint Etienne sul Brest. I Verdi si sono risvegliati dopo un lungo letargo e adesso possono puntare il quarto posto, distante soli 3 punti. Un pirmo tempo giocato male ma sbloccato dal rigore di Gradel. Poi il pari di Jemaa al 63′, che ha dato la scossa giusta e ha portato i neroverdi ad una meritata vittoria. Di Sako il 2-1 decisivo.

E se Galtier vede il bicchiere ancora mezzo vuoto. “Abbiamo avuto una gran voglia di vincere nel secondo tempo, ma siamo stati troppo spreconi sotto porta. Bisogna essere costanti nell’arco dei 90 minuti”. Duponto lo vede mezzo pieno. “Sono deluso dal risultato, ma non dalla prestazione dei ragazzi. La mia squadra ha coraggio e ci ha messo tanto impegno. Ci servirà per l’exploit finale”.

Pazzo Evian!

HARAKIRI VALENCIENNES, NANCY SALVO- E’ la squadra più imprevedibile di tutta la Ligue 1. E’ l’Evian TG. il club dell’Alta Savoia, già virtualmente salvo da un paio di giornate, si diverte ad inanellare risultati contro tutti i pronostici. C’è solo da immaginare le imprecazioni che gli scommettitori gli avranno urlato contro quando, puntualmente da sei giornate a questa parte, i ragazzi di Correa perdevano in casa per andare a fare i corsari in trasferta. Stavolta a farne le spese è stato il Valenciennes.

Il Nancy dice 40

I padroni di casa avevano bisogno di tre punti per cominciare a stare veramente tranquilli. Ma evidentemente non avevano fatto i conti con l’Evian che, solo dopo i primi 45 minuti, era già in vantaggio 3-0.  Khelifa, Berigaud e Sagbo avevano scioccato in un solo tempo tutta Valenciennes. ‘Una serata da incubo’, ha commentato Sanchez. E come dargli torto?

In Francia si rischia di vedere la quota salvezza issata a 43 punti. Anche se i 40 potrebbero già bastare, magari con qualche patema in più, per assicurarsi la permanenza in Ligue 1. Il Nancy ha raggiunto la fatidica cifra impattando in casa col Bordeaux per 2-2, dopo una meravigliosa rimonta ed una salvezza che ormai possiamo dire raggiunta. E pensare che dopo il vantaggio di Gouffran, gli uomini di Fernandez l’avevano ribaltata con il solito Traorè, ragazzo in scadenza e da prendere al 100 %, e Puygrenier.

Ma la quinta vittoria consecutiva, è sfumata nei minuti finali per colpa del rigore di Tremoulinas. Per una volta è il Bordeaux a recuperare a tempo scaduto. Anche se nessuno potrà recuperare la stagione disastrosa della squadra di Gillot. Che non metterà nessuno titolo in bacheca e nemmeno uno straccio di qualificazione in Europa League. Per i Girondini, i tempi di Gourcouff sembrano già molto lontani…

Insieme per la salvezza

LI’ SOTTO VINCE SOLO IL SOCHAUX- Nonostante occupi ancora il terz’ultimo posto, il Sochaux sembra la squadra più diretta alla salvezza. Nizza, Brest, Ajaccio hanno perso, mentre il Dijon è stato battuto dal solito Maiga nello scontro diretto di domenica. Altri tre punti preziosissimi, che portano i canarini alla terza vittoria consecutiva in casa.  Hely ha dato un’impronta di gioco diversa. Uno spirito di squadra che mancava. Risvegliando Maiga, vero e proprio trascinatore nelle ultime giornate. E lo stesso Hely non può che dire: “Possiamo farcela”.

Un punto per uno...non fa male a nessuno

Al Velodrome hanno invece pensato ad accontentarsi. Perchè se da un lato il Marsiglia deve ringraziare solo i suoi dei in cielo se sabato ha vinto la Coppa di Lega. Dall’altro c’è un Caen che se è li dov’è un motivo ci sarà. Ne è venuta fuori una partita brutta, col solito non gioco del Marsiglia ed un Caen incapace di gestire il vantaggio e violare il Velodrome per la centocinquantaquattresima volta in questa stagione.

Remy è tornato al goal (su rigore), ma la sua prestazione è stata a dir poco irritante. Deschamps ha parlato di “un brutto risultato”, ma onestamente in pochi, o probabilmente nessuno, si aspettavano che l’OM avesse asfaltato sotto una pioggia di goal il Caen. Ma dai…

E Dumas, allenatore del Caen, è quasi dispiaciuto di non aver portato a casa i tre punti. Del resto, come dargli torto. “Non voglio essere esigente, alla fine siamo venuti per portare via qualcosa e ci siamo riusciti. Sono deluso perchè dopo il vantaggio non abbiamo giocato con la testa. Ma abbiamo fame ed è questa la cosa più importante”. Entrambe muovono comunque la classifica. L’OM  è per lo meno sicuro della salvezza, mentre il Caen rimane pericolosamente a +1 dal Sochaux terz’ultimo.

Le giornate che mancano si riducono a sei. Lì davanti è ancora tutto in discussione. Il Lille ha quasi blindato il posto Champions, mentre Lione, Rennes, Tolosa e Saint Etienne si giocheranno, a meno di grandi rimonte, l’accesso all’Europa League. In mezzo, campionato da buttare per OM e Bordeaux, da ricordare per Evian e Nancy. Più sotto ci sarà da soffrire almeno per otto squadre. Il Valenciennes è quella messa meglio, ma ha soli quattro punti in più del Sochaux 18°. In mezzo tutte le altre, coinvolte in una bagarre impressionante. Auxerre spacciato? Aspettiamo ancora un pò…

Ecco i risultati e gli highlights del 32° turno:

Auxerre 1-1 Psg
23′ Nenè (P), 86′ Le Tallec (A) 

 Lille 4-1 Ajaccio
17′ Poulard aut. (L), 37′ Cole (L), 81′ Bruno (L), 87′ Hazard rig. (L), 93′ Sammaritano (A) 

Lorient 2-1 Montpellier
69′ Bedimo aut. (L), 77′ Campbell (L), 78′ Giroud (M) 

Nancy 2-2 Bordeaux
17′ Gouffran (B), 47′ B. Traorè (N), 73′ Puygrenier (N), 90′ Tremoulinas rig. (B)

Sochaux 1-0 Dijon
70′ Maiga 

Saint Etienne 2-1 Brest
48′ Gradel rig. (S), 63′ Jemaa (B), 72′ Sako (S) 

Valenciennes 0-3 Evian TG
28′ Khelifa, 34′ Berigaud, 43′ Sagbo rig.

Marsiglia 1-1 Caen
11′ Bulot (C), 26′ Remy rig. (M) 

Rennes 3-1 Nizza
23′ Feret (R), 44′ Doumbia (R), 59′ Clerc (N), 82′ Pitroipa (R)

Tolosa 3-0 Lione
9′ Sirieix, 22′ Riviere, 91′ Bulut 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...