Report Ligue 1

Il Punto sulla Ligue 1 – Ringhia il Montpellier, rimonta il Psg, si conferma il Lille. Tutto è ancora aperto!

‘RISPOSTA SUL CAMPO’- Era quello che chiedeva il tecnico Girard ai suoi ragazzi dopo il mezzo, ma anche qualcosa in più, passo falso interno con l’Evian. La partita col Rennes appariva proibitiva, soprattutto per la situazione in casa Montpellier, con Belhanda squalificato probabilmente fino a fine stagione ed i nervi a fior di pelle. L’avevamo chiamata la prova del 9, quella decisiva. Quella che testasse il vero carattere di questa squadra. Una prova superata e non importa come. Non importa che il Rennes abbia praticamente dominato il match, anzi, per certi versi meglio così. Camara e il portiere dei bretoni Costil hanno confezionato un risultato perfetto, un 2-0 incoraggiante, come lo ha definitvo lo stesso presidente Niccolin. “Sarà lotta fino alla fine” ha dichiarato Girard. E ci potete scommetere.

Giroud ringrazia un amico

FOLLE PSG- Eh già. Perchè se dopo 11 minuti sei sotto 2-0 a Valenciennes e poi a fine primo tempo ti trovi avanta 2-3, devi essere proprio folle. Folle come un Psg capace di far venire un collasso a tutti i propri tifosi, che già si chiedevano come fosse possibile farsi sbeffeggiare dal Valenciennes, non dal Real Madrid, dopo neppure il tempo di essersi seduti sul divano e aver stappato una birra. Fortunatamente per loro, però, il Psg dopo un quarto d’ora ha capito che la partita era già iniziata e di conseguenza ha incominciato a giocare. Nenè, Maxwell, Matuidi e Menez firmano una rimonta da pazzi, riempiendo nuovamente il sorriso dei propri tifosi ed anche il loro portafoglio. Il presidente Al-Khelaifi, infatti, gasato dall’impresa, ha deciso di triplicare il bonus vittoria da 4.000 a 12.000 euro. Pensate se riuscissero a rimontare anche in campionato?

Una N + tre M fanno una rimonta

TULIO DE LILLE- E menomale che è sul piede di partenza. Fatto sta che il brasiliano De Melo è diventato l’uomo più del finale di stagione del Lille. Col Caen è arrivata una doppietta decisiva, che ha provveduto a chiudere la pratica già nei primi 45 minuti. E’ il terzo goal in due giornate, a dimostrazione che la saudade non è ancora arrivato e che il rinnovo del contratto non è poi così impossibile. Lunedì ha rubato la scena ad Hazard, prendendosi anche il lusso di battere il rigore dell’1-0, e ora punta a rubare il titolo a Montpellier e Psg. “E’ matematicante possibile”, ha detto con convinzione l’ex Palermo. D’altronde domenica allo Stade de la Mosson contro la capolista, il Lille deve semplicemente fare ciò che ha fatto nelle ultime cinque partite: vincere.

Tre punti dal sapore brasiliano

EUROPA CHIAMA GIRONDINI- E chi se lo aspettava? Chi ci avrebbe scommesso fino ad un mese fa? Nessuno. Nè a Bordeaux, nè in tutta la Francia. Invece i ragazzi di Gillot, dopo la vittoria sul Marsiglia, hanno deciso di volerle vincere tutte. Sono arrivati a quattro, adesso mancano le ultime due. Intanto il quinto posto, quello che vale l’Europa è lontano solo due punti. Soprattutto dopo la sconfitta del Rennes. Adesso i favoriti sono loro, i più in forma. Ad Auxerre l’hanno dimostrato una volta di più. Dopo nove minuti, infatti, Gouffran e Sanè avevano già preso a pallonate i padroni di casa. Uno 0-3 impressionante, che al triplice fischio si è tramutato in 2-4. Saint Etienne, Rennes e Tolosa devono stare attente. Di solito chi prende la rincorsa salta sempre più lontano…

Si vola!

Il semaforo non è Verde

Sopratutto se le rivali stentano a trovare continuità. E Saint Etienne e Tolosa sono imbattibili in questo. I Verdi avevano ritrovato il trend vittoria, ma lo hanno rapidamente perso perdendo al Parco dei Principi e non riuscendo a superare tra le mura amiche un Marsiglia che non ha visto neanche il colore della maglietta di Ruffier.

“Non ci sono rimpianti, ne delusioni. Abbiamo fatto di tutto per vincere”, ha affermato il tecnico dell’ASSE Galtier. “Siamo determinati come non mai, sarebbe una grande delusione per me, per i ragazzi, non arrivare in Europa”. Vero, verissimo. Ma Aubameyang e compagni hanno dimostrato ancora una volta di aver poca cattiveria. Non battere in casa l’OM, quello di quest’anno, potrebbe risultare pesante nei conti di fine stagione. E pensare che i ragazzi di Didì in Europa ci sono già…

“Nessuna ambizione”

Ma veniamo al Tolosa. Casanova è stato chiaro e diretto come sempre. “Sono molto deluso, infastidito. Abbiamo molti giocatori che invece di correre come locomotive hanno tirato il freno a mano.Ho l’impressione che il Presidente, il Direttore Generale e il personale nel suo insieme hanno più desiderio, più ambizione, di alcuni dei nostri giocatori. “

Parole dure e forti, ma giustificate. I biancolilla, oltre a non vincere da quattro partite, non segnano da tre ed hanno subito un crollo verticale proprio nel momento migliore.  Lo 0-0 interno col Nizza serve solo ai rossoneri, che comunque se la sono giocata a viso aperto. Al Tolosa serve a poco. Il Bordeuax nel frattempo li ha agganciati e la prossima partita a Dijon sarà probabilmente l’esame finale per l’ammissione in Europa. Casanova ha fatto la sua consueta strigliata…ma basterà stavolta?

Non è bastato invece, a nessuno da quelle parti, l’1-1 casalingo del Lione col Brest. Il presidente Aulas, era quelo visibilmente più incazzato, sì, è la parola giusta. “I giocatori non hanno mostrato volontà, nè voglia di sforzarsi. Ho già individuato quelli che non hanno soddisfatto le nostre aspettative. Mi aspetto una reazione con l’Evian. E’ una questione d’orgoglio”. L’unico complimento se l’è però meritato Gourcuff, autore del goal del vantaggio OL e il solo ad essersi impegnato, a detta del patron Aulas. Alla fine, però, Lorenzi ha fatto 1-1. Un punto che fa contento solo il Brest. Il Lione, beh, l’avete capito…

Illusione Gourcuff

IL GIOCO DELLE SEDIE- Chi non l’ha fatto quando era bambino? Venivano messe alcune sedie a cerchio e chi non riusciva a sedersi allo stop della musica restava fuori. E’ quello che sta succedendo in Ligue 1, soprattutto nella bagare retrocessione. Le sedie sono cinque, ma le squadre a contendendersele sono otto. Se escludiamo infatti il Valenciennes, a +5  a sole due giornate dalla fine, dal Lorient all’Auxerre tutte possono ancora rischiare di non trovare posto. I bretoni arancio neri avevano la possibilità di chiudere il conto in casa col Dijon, ma lo squallidissimo 0-0 che ne è venuto fuori ha lasciato ancora in dubbio la questione. I ragazzi di Gourcuf senior salgono a 39, i neopromossi di Carteron a 35.

Volano solo i canarini

Ma di queste otto, l’unica a vincere nell’ultimo turno è stato il Sochaux. Lesto a tornare dopo appena qualche giorno l’ultimo posto all’Auxerre, stordito in casa dal Bordeuax. A decidere il match col Nancy è stato un goal di Roudet a cinque dalla fine, che ha riportato i canarini al quart’ultimo posto a 36 punti, uno sopra Brest e Dijon. A 37 c’è invece l’Ajaccio, che ad Evian non è riuscito a far valere la differenza di obiettivi. Ammeso che ci sia. Il goal di Andre al 14′ aveva illuso i corsi, riportati sulla terra un minuto dopo da  Barbosa. Poi l’interessantissimo terzino Wass ha firmato il 2-1 finale, dimostrando ancora una volta che questa squadra non guarda in faccia niente e nessuno. Quattro risultati utili consecutivi, 49 punti in classifica.  Quanto è Alta questa Savoia.

Ecco risultati e highlights del 36° turno:

Lione 1-1 Brest
37′ Gourcuff (L), 75′ Lorenzi (B)

Evian TG 2-1 Ajaccio
14′ Andre (A), 15′ Barbosa (E), 54′ Wass (E)

Valenciennes 3-4 Psg
8′ Aboubakar (V), 11′ Gomis (V), 15′ Nene (P), 40′ Maxwell (P), 45′ Matuidi (P), 58′ Menez (P), 80′ Cohade (V)

Lorient 0-0 Dijon

Saint Etienne 0-0 Marsiglia

Lille 3-0 Caen
26′ De Melo rig., 36′ De Melo, 60′ Payet

Auxerre 2-4 Bordeuax
1′, 5′ Gouffran (B), 9′ Sane (B), 48 Plasil (B), 67′ A. Traorè (A), 80′ Kapo (A)

Tolosa 0-0 Nizza

Sochaux 1-0 Nancy
85′ Roudet

Rennes 0-2 Montpellier
26′ S. Camara, 50′ Costil aut. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...