Calciomercato/Ligue 1

Il Punto sul mercato – Yanga è sfumato? Il Milan si butta su Sakho e Nkoulou. Spalletti vuole M’Vila, intanto i big vogliono scappare…

Tante le trattative in uscita, poche quelle in entrata. Il mercato di Ligue 1 si snoda tra la disperata ricerca del Milan di un Thiago Silva low cost e le complicate situazioni di alcuni big come Debuchy, Lloris, Remy  e M’Vila, tutti con un punto interrogativo gigante sul proprio futuro.

“Yanga rimane”, garantisce Nicollin

CERCASI DISPERATAMENTE NUOVO THIAGO SILVA – Questo l’annuncio che il Milan ha appeso sulla bacheca della Ligue 1. Tuttavia i rossoneri si sono dimenticati di aggiungere all’annuncio la parola ‘low cost’, e così Yanga-Mbiwa, la scelta prioritaria, è sfumato prima che le due parti si potessero incontrare. Galliani, infatti, non è partito nemmeno per Montpellier. Troppo pochi i 6 milioni di euro offerti, Nicollin ne chiede almeno il quadruplo.

Mi viene da ridere. Ragazzi svegli, hanno venduto un giocatore per 45 milioni di euro e poi vogliono acquistare da me un giocatore per 5 o 6? Se me ne danno 25 o 30 allora ci penso”, le parole sempre pacate del presidente del Montpellier a Canal +, che poi ha concluso: ““Che restino nei film e non vengano a crearci problemi. Yanga rimane”.

Tutti pazzi per Sakho

Niente da fare quindi.  Il primo candidato per diventare il nuovo Thiago Silva è stato fatto fuori. Ma ‘Kojak’ Galliani non ha perso tempo, ed ha spostato il suo mirino da Montpellier a Parigi. Lì dove gioca Mamadou Sakho, il giovanissimo capitano del Psg che difficilmente reciterà un ruolo da protagonista la prossima stagione.

Già da sei mesi a questa parte Ancelotti gli aveva preferito i vari Alex, Diego Lugano, Bisevac e addirittura Zoumana Camara ed Armand.  Quindi figuratevi adesso che alla corte di Carletto è arrivato proprio il giocatore che il Milan sta cercando in tutti i modi di sostituire. L’idea dei rossoneri è quella di sfruttare il canale preferenziale che si è venuto a creare con i parigini e prendere il centrale classe ’90 in prestito con diritto di riscatto.

Ma ci sono almeno due grossi ostacoli. Il primo è che il Psg vorrebbe eventualmente cederlo a titolo definitivo, e per questa opzione si sono già mosse Arsenal, Liverpool e Newcastle. Il secondo è la regola in base  alla quale il Psg deve presentare nella lista Champions almeno 4 giocatori cresciuti nel settore giovanile del club, e Sakho è uno di questi.  Tuttavia il ragazzo non ha alcuna intenzione di restare a Parigi per fare la riserva. Soprattutto se il Milan ti offre un posto da titolare al centro della difesa.

N’Koulou più di un’alternativa…

L’alternativa (che alla fine potrebbe rappresentare la soluzione) si chiama Nicolas Nkoulou.

Il centrale camerunense classe ’90 si è contraddistinto in positivo nell’ultima disastrosa stagione dell’OM, diventando il leader indiscusso della difesa. Il prezzo, poi, è quello giusto: 8-9 milioni di euro.

Il Milan potrebbe quindi concentrarsi su di lui, sfruttando la non troppo felice situazione finanziaria ( e non solo) del Marsiglia. Il giocatore ha fatto capire di voler restare in Francia un altro anno, ma la sensazione è che la trattativa (qualora si aprisse) potrebbe concludersi in tempi brevi.

Vincent Labrune è sicuramente più malleabile di Loulou Nicollin, anche se le probabili cessioni di Remy, Gignac e M’Bia potrebbero far impuntare il presidente dell’OM a non cedere il suo gioiello difensivo.

Tutto potrebbe essere valutato meglio nei prossimi giorni, con il probabile arrivo di Galliani in territorio francese. Sarà quindi uno tra Sakho e Nkoulou il sospirato erede di Thiago Silva?

STAND BY BIG – Da Lille a Lione, passandro per Bordeuax, Tolosa e Rennes. In ognuna di queste squadre c’è un big, un grande giocatore o una stella in attesa di definire il proprio futuro.  Al LOSC, nonostante abbiano già trovato l’erede in Sidibè, non ha alcuna intenzione di lasciar andare il povero Debuchy. Attualmente il terzino dei Bleus si allena con i compagni, ma non quelli del Newcastle come lui avrebbe voluto. “Voglio andarmene” è il suo slogan. Ma nessuno lo ascolta.

Stesso discorso vale per Lloris. Lui al Tottenham ci andrebbe a piedi, ma Aulas, dopo la vittoria in Supercoppa, ha deciso definitivamente di volerlo tenere come una sorta di regalo per i tifosi. “A meno che non ci chieda di essere ceduto…” ha aggiunto il presidente dell’OL. Ipotesi che non ci sentiamo affatto di trascurare. Il portierone francese è maturo al punto giusto, ed ha una gran voglia di provare un’esperienza fuori dalla Ligue 1.

Chiamata dalla Russia

Potrebbero esserci invece importanti novità per Yann M’Vila. Il centrocampista del Rennes è probabilmente il ‘big in attesa’ per antonomasia. L’anno scorso sembrava sicura la sua partenza all’Arsenal, ma poi non se n’è fatto nulla. Quest’anno, dopo una stagione non troppo esaltante, la voglia delle grandi squadre di spendere più di 15 milioni di euro per accaparrarselo è un pò scemata. Fatta eccezione per lo Zenit: Spalletti, infatti, vorrebbe fortemente il giovane nazionale francese, ed i russi sono pronti ad accontentarlo offrendo al Rennes circa 20 milioni di euro, più 4 milioni all’anno per il giocatore.

Continuando il nostro giro ci spostiamo a Bordeaux. Qui c’è Yoan Gouffran, che dopo l’ultima esaltante stagione coi Girondini sarebbe pronto al salto di qualità. “In Inghilterra ho tanti amici, la Premier mi attrae molto.  Per adesso cercherò di dare il meglio col Bordeaux, non c’è nessun problema: se devo restare, resto”. Però se posso andare vado di corsa, aggiungiamo noi.

Di difficile risoluzione anche la situazione di Azpilicueta: lui era pronto a trasferirsi al Chelsea, ma l’OM ha rifiutato l’offerta dei Blues di 7 milioni di euro chiedendone almeno il doppio. Infine Boudebouz ed Ecuele Manga: il primo è rimasto bloccato a Sochaux dopo la partenza di Martin (a dire il vero ad oggi è l’OM l’unica vera pretendente, ma non dispone di un’adeguata liquidità), mentre il secondo a Lorient, dopo che i bretoni hanno svanire sul nascere l’interesse della Juventus (che lo aveva opzionato come sostituto dell’infortunato Caceres) con una terrificante offerta di 13 milioni di euro.

E il discorso non cambia nemmeno in Ligue 2, sentite il gioiellino del Le Havre Ryan Mendes: “E ‘difficile per me. Ho giocato cercando di dare tutto, ma nella mia testa penso sempre di voler partire. Spero che si arriverà ad una soluzione in breve tempo. Il presidente vuole un sacco di soldi (ha rifiutato la prima offerta del Lille di 6 milioni), ma è lui che decide. Il mio desiderio più grande è quello di andare al Lille”. Commovente vero?

Kallstrom saluta Lione, è dello Spartak

UFFICIALITA’ – Dopo sei stagioni Kim Kallstrom dice addio al Lione (per la felicità di Aulas): il centrocampista svedese è stato acquistato dallo Spartak per circa 2 milioni di euro. Il Nancy ha preso il terzino Muratori (svincolatosi dal Monaco), contratto di tre anni per lui, mentre il Bastia (che ha anche ingaggiato per un anno l’ex portiere della Juve Bonnefoi) ha finalmente raggiunto l’accordo con il Bordeaux per Anthony Modeste: la punta arriverà in Corsica con la formula del prestito secco. Ufficiali anche i prestiti dell’attaccante Douniama dal Lorient all’Arles, e del difensore Tongo Doumbia dal Rennes al Wolverhampton.

Infine un gradito ritorno in Ligue 1. Ludovic Giuly ha firmato un contratto annuale col Lorient. L’attaccante 36enne, svincolatosi dal Monaco, non vede l’ora di iniziare la sua nuova avventura in Bretagna: “Sono felice, questo club mi si addice, gioca un calcio divertente e Gourcuff è un grande allenatore. So che qui contano su di me per la mia esperienza dentro e fuori dal campo.  Farò del mio meglio per vivermi alla grande questa avventura col Lorient”. Buona fortuna Ludovic!

TRATTATIVE E RUMOURS IN GIRO PER LA LIGUE 1 – Il contratto di Cris scadrà nel giugno 2013, allora il Lione si sta guardando intorno per trovare il sostituto del difensore brasiliano. Il nome adatto potrebbe essere quello di Leo, anche lui brasiliano, 24enne centrale del Cruzeiro. Secondo ‘Le Progres’ l’OL avrebbe fatto un’offerta tra i 2-3 milioni di euro. Sembra invece tramontata l’idea Corgnet: in quel ruolo il Lione ha già Grenier e Gourcuff e preferirebbe prendere il più esperto Chantome, per il quale la trattattiva col Psg è difficile, ma sempre aperta.

Cissokho quasi Spurs

In uscita è ormai solo questione di tempo per la partenza di Cissokho destinazione Tottenham. Il terzino arriverà a Londra per una cifra attorno ai 10-11 milioni di euro, anche se, secondo la stampa inglese, gli Spurs dovrebbero ancora chiarire il futuro di Assou-Ekotto prima di concludere definitivamente la trattativa.

Intanto il Lione ha già in mente il nome per rimpiazzare Cissokho: è Fabrice N’Sakala, 22enne esterno sinistro del Troyes che può giocare anche come mediano davanti alla difesa.

Per Ospina, dopo l’iniziale smentita del Nizza, dovrebbe concretizzarsi a giorni il trasferimento al Besiktas. Il Troyes è a caccia di un attaccante, tre i nomi: Samassa del Valenciennes, il talento 19enne del Lione Yattara (l’anno scorso protagonista ad Arles con 5 goal in 19 partite) e Bahebeck (altro grandissimo talento) che potrebbe arrivare in prestito secco dal Psg.

Kakuta (l’anno scorso al Dijon) piace a mezza Ligue 1, con Marsiglia, Lille, Lione e Ajaccio che hanno chiesto al Chelsea (proprietaria del cartellino) informazioni su di lui.

M’Baye Niang aspetta che Caen ed Arsenal trovino un accordo per il suo trasferimento in Premier, il Nancy è vicino a Zenka, 23enne attaccante nigeriano del Samsuspor, intanto John Mensah, dopo aver rescisso col Lione, potrebbe accordarsi col Bordeaux.

A Nizza sperano di chiudere per Cvitanich prima dell’inizio del campionato, anche se l’agente del 28enne bomber argentino è stato molto vago sul futuro del suo assistito. Mario Licka ha rotto col Brest ed è pronto a trasferirsi agli svizzeri del Losanna, nel frattempo l’agente di Chedjou spaventa i dirigenti del Lille: “Tutto è ancora possibile, c’è bisogno di un incontro tra le parti”. Parole che stonano con la decisione del Lille di dichiarare il difensore camerunense incedibile.

Sagbo: “Se l’OM chiama…”

A Marsiglia puntano invece dritti su Yannick Sagbo. L’attaccante classe ’88 dell’Evian, protagonista la scorsa stagione di 10 goal e 5 assist in 33 partite, è stato individuato come l’uomo giusto (al prezzo giusto, costa circa 2,5 milioni) per sopperire alle probabili perdite nel reparto offensivo di Remy e Gignac.

E Sagbo cosa ne pensa?: “Voglio partire, ma solo per progredire – ha dichiarato a ‘Le Dauphine Libere’ – . Qui ad Evian sto bene, ho ancora altri due anni di contratto, non intendo andar via a prescindere, solo per il gusto di farlo”.

Insomma, in poche parole, la sua priorità rimane il trasferimento, ma non vuole forzare la mano. L’OM ha però dalla sua il forte gradimento del giocatore che, essendo nato a Marsiglia, coronerebbe finalmente il sogno di vestire la maglia dei  ‘Phocéens’.

Chicca finale. Josè Bosingwa, svincolato di lusso, sembrava vicino ad un accordo con l’ambizioso Monaco. Ma alla fine Claudio Ranieri ha spiazzato tutti, compreso l’ex Chelsea, dichiarando di ritenere sufficiente il numero di laterali in rosa a sua disposizione. Chissà come l’avrà presa il povero Josè…

Marco Trombetta

Annunci

One thought on “Il Punto sul mercato – Yanga è sfumato? Il Milan si butta su Sakho e Nkoulou. Spalletti vuole M’Vila, intanto i big vogliono scappare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...