Ligue 1

Psg-Chelsea 1-1 – Piazon risponde a Nene, Pastore show, esordio per Verratti

Dopo i test con lo Stegersbach ed il Cska, il Psg comincia a fare sul serio. La prima amichevole in terra americana, infatti, è stata quella contro il Chelsea campione d’Europa, in uno Yankee Stadium gremito ( oltre 48.000 spettatori) ed adattato per l’occasione in campo di calcio: 1-1 il risultato finale.

Un buon Psg impatta con i Blues (QUI gli highlights)

TOP PASTORE E…NENE – E’ sicuramente lui l’uomo più in forma dei Rouge et Bleu. Javier Pastore sarà la sorgente di gioco principale del nuovo Psg. Nel primo tempo, El Flaco, imperversa senza sosta sulla fascia sinistra, creando costanti pericoli alla difesa del Chelsea.

Carlo Ancelotti se lo coccola, con la speranza che riesca finalmente a mantenere una costanza che lo renderebbe tra i più forti giocatori d’Europa. “Pastore ha giocato con regolarità nel primo tempo sulla corsia sinistra in una posizione più arretrata. Nel secondo tempo, invece, ha giocato più avanti. La sua performance è stata molto buona: deve continuare a giocare a centrocampo, perché migliora la qualità della squadra”.

Il goal di Nene, d’altronde,  è per il 99% merito del Flaco, che dribbla in area tre avversari e calcia dritto sul palo il pallone che poi diventa un tapin facile facile per il brasiliano.

Ma parliamo proprio di Nene. Il suo futuro è ancora piuttosto incerto, ma le sue qualità sono indiscutibili. Nei 45 minuti giocati ha segnato, fornito un assist al bacio per Lavezzi (poi sprecato dall’argentino) e dato continuamente del filo da torcere alla difesa dei Blues.

Il brasiliano ha dimostrato una volta di più di conoscere alla perfezione i meccanismi della squadra.  Lì davanti, è vero, la concorrenza è spietata, con Ibra titolare inamovibile. Ma la domanda che ci siamo posti (e che dovrebbe porsi anche Leonardo) è: siamo sicuri che Nene non abbia più nulla da dare a questo Psg?

Lavezzi più nel vivo del gioco, ma poco preciso

UN POCHO SPRECONE – La seconda di Ezequiel Lavezzi con la maglia del Psg è stata sicuramente positiva dal punto di vista tattico: El Pocho ha aumentato già molto il feeling con i compagni, che lo cercano e sfruttano la  sua velocità lanciandolo negli spazi. Insomma, Ancelotti può essere soddisfatto dell’inserimento dell’argentino negli ingranaggi di gioco.

Meno della sua concretezza sotto porta. Per due volte, infatti, Lavezzi si è trovato a tu per tu con Cech: la prima si è fatto ingenuamente iptonizzare, la seconda ha cercato la furbata, ma l’arbitro non si è fatto ingannare ed ha estratto il giallo per simulazione.

Carletto comunque sa bene che col tempo la condizione del Pocho può solo migliorare. “Lavezzi non è ancora in gran forma – commenta Ancelotti – ma ha dimostrato che la vitalità, e la prestazione è stata buona. La prossima amichevole  sarà un altro importante banco di prova”.

La prima del ‘piccolo Pirlo’

ECCO VERRATTI – Ha sostituito Bodmer a fine primo tempo  giocando con personalità nel suo ruolo preferito, quello di regista. Marco Verratti non ha avuto timori reverenziali a passare dalla Nocerina (ultima squadra contro quale aveva giocato) al Chelsea. Ancelotti crede molto nelle qualità del ragazzo, ed aspetta di averlo al massimo della condizione: “Per la sua prima partita con noi, Verratti ha mostra personalità e fiducia – ha detto il tecnico italiano – . Il suo gioco deve ancora velocizzarsi, ma come prima prova è stata molto buona”.

ASPETTANDO IBRA – Le reazioni del dopo gara di Carletto Ancelotti sono state abbastanza positive. Si sono cominciati a vedere i primi frutti del lavoro tattico, che verrà ultimato e delineato definitivamente con l’arrivo dei nazionali e dei nuovi super acquisti. “E ‘stata una buona partita, molto intensa. Abbiamo fatto un ottimo test contro una squadra molto forte.  Giocare contro un ‘top team’ europeo arricchisce il nostro livello di esperienza. E noi siamo stati bravi a controllare la gara”.

Intanto oggi arriva Zlatan Ibrahimovic. E la domanda, ovviamente, è scontata: lo vedremo subito in campo contro il DC United? “Non so se Ibrahimovic giocherà – spiega Ancelotti – Spero di fargli fare 30 minuti, ma dipende dalla sue condizioni. Si deciderà dopo il suo arrivo negli Stati Uniti  se giocherà o no.”  I tifosi del Psg non stanno più nella pelle…

PSG 1-1 CHELSEA
30′ Nene (P), 82′ Piazon (C)

PSG 1° TEMPO (4-3-3) : Douchez – Jallet, Alex, Sakho (cap.), Armand – Bodmer, Chantôme, Pastore – Nene, Gameiro, Lavezzi.

PSG 2° TEMPO (4-3-1-2) : Douchez (62′ Areola) – Bisevac, Lugano, Camara, Tiene – Chantôme (62′ Rabiot), Verratti, Maxwell – Pastore – Luyindula, Hoarau.

CHELSEA: Cech – Ferreira (62′ Chalobah), Cahill (62′ Terry), Luiz (46′ Ivanovic), Hutchinson (62′ Cole) – Lampard (cap.) (46′ Essien), Mikel, Kakuta (46′ Ramires ), De Bruyne (46′ Marin) – Hazard (62′ Malouda), Lukaku (62′ Piazon).

Marco Trombetta

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...